Evento “ICTUS CON LE MIE PAROLE – Non so se tu sai come mi sento davvero” Laboratorio creativo e tavola rotonda

In occasione della Giornata Mondiale dell’ Ictus, il 29 Ottobre si è tenuto a Cremona presso il Teatro Monteverdi, l’ evento formativo dal titolo “ICTUS CON LE MIE PAROLE – Non so se tu sai come mi sento davvero”.

Dopo l’ apertura a cura di Stefania Mattioli responsabile scientifico del progetto Medicina Narrativa (responsabile UO Comunicazione ASST di Cremona), si è svolto il Laboratorio Creativo ARGILLATI! condotto da Elena Lucchi (Argilla Associazione Promozione Sociale) e Mariangela Brocchetti (Associazione Culturale Gruppo DECA).

Mariangela Brocchetti (Associazione Culturale Gruppo DECA – Soncino) a sinistra, Elena Lucchi (Psicologa, Associazione Argilla Promozione Sociale) a destra.

Dopo averne appreso le potenzialità, plasmando l’argilla i partecipanti hanno avuto modo di entrare in contatto con la malattia in modo inconsueto e di sperimentare le proprie capacità di adattamento sottoposti ad una simulazione di condizione di disabilità.

A seguire ha avuto inizio la tavola rotonda organizzata dall’ ASST di Cremona con la collaborazione delle Associazioni Argilla e Go-On. Dal titolo Narrando, narrando si “guarisce”, aperta a tutta la cittadinanza, ha affrontato gli aspetti percettivi, relazionali ed emozionali correlati all’Ictus.

Da sinistra: Marina Ballasina , Manuela Monfredini, Stefania Mattioli, Elena Lucchi.

Sono intervenute:

Beatrice Arpino (Logopedista, UO Riabilitazione Specialistica – ASST Cremona) Marina Ballasina (Fisioterapista, UO Riabilitazione Specialistica – ASST Cremona) Mariangela Brocchetti (Associazione Culturale Gruppo DECA) Alessia Giossi (Medico Neurologo, UO Neurologia – ASST Cremona) Elena Lucchi (Psicologa – Argilla Associazione Promozione Sociale) Stefania Mattioli (Responsabile UO Comunicazione – ASST Cremona) Manuela Monfredini (Disability Manager, Centro Servizi – ASST Cremona) Cristina Morandi (Presidente Associazione Go-On Onlus)

Pazienti ed operatori sanitari aderenti al progetto inclusivo della Medicina Narrativa, hanno condiviso coi presenti la loro preziosa testimonianza.

Promosso dalla UO Comunicazione e dalla Neurologia dell’ Asst di Cremona in collaborazione con Argilla Associazione Promozione Sociale e Associazione Go-On, pone l’ attenzione sulle implicazioni umane della malattia, complementari a quelle cliniche.

Eccovi alcuni scatti dell’ evento.

Il materiale messo a disposizione dei partecipanti per il Laboratorio Creativo.
Le creazioni a confronto: pre e post una condizione di disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *