Argilla: MUSICA E PAROLE

CONCERTO DI AUTOFINANZIAMENTO
20 SETTEMBRE 2021
ORE 21:00
Cinema Teatro Filo
piazza dei Filodrammatici, 4
Cremona

Programma della serata
Biografie delle musiciste

Dopo un lungo periodo di attività svolta a distanza, ASSOCIAZIONE ARGILLA torna in presenza!

Vi aspettiamo lunedì 20 settembre alle ore 21:00 presso il Cinema Teatro Filo di Cremona, per raccontarvi le nostre attività e i progetti in cantiere per i prossimi mesi.

Ad arricchire la serata saranno tre giovani musiciste che si esibiranno suonando brani di Johann Sebastian Bach e Niccolò Paganini.
Si tratta di Livia Stefani e Benedetta Mignani al violino e Africa Alaìde Dobner al violoncello che suoneranno i loro strumenti con archi Giovanni Lucchi, gentilmente messi a disposizione dalla Fondazione Lucchi di Cremona.

L’evento è stato organizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona.

L’ingresso è libero con Green Pass (obbligatorio) fino ad esaurimento posti.

Per info: associazioneargilla@gmail.com

Sembrava bellezza – Da leggere, perché…

SEMBRAVA BELLEZZA

Teresa Ciabatti

2021, Mondadori

A cura di Ilaria G

Livia è la più bella del liceo, la più desiderata dai ragazzi, la più odiata (invidiata) dalle ragazze. Finché il fiore non sfiorisce, schiacciato da quel tir che a volte sono gli eventi della vita! Rimane bella, ma stupida. E la sua bellezza diventa imbarazzante davanti ai suoi facili entusiasmi, alle sue immotivate timidezze, alla sua infantile irruenza.

Mentre la disabilità fisica limita il movimento e si lavora per aumentarlo, la disabilità cognitiva necessita un continuo contenimento. Livia va fermata perché scappa, va zittita perché parla, va ammansita perché insiste, va placata perché chiede troppe attenzioni e fa allusioni fuori luogo al sesso in qualsiasi contesto (e questo dà uno spunto di riflessione sul tema della sessualità negata alle persone con disabilità, a cui non rimane che immaginare, parlare, chiedere).

Da leggere perché… La persona con disabilità cognitiva in questo libro è raccontata in maniera impietosa, ma allo stesso tempo le viene data la dignità di un personaggio vero. In questo libro la disabilità non è protagonista, ma non è nemmeno sullo sfondo: recita la sua parte nel palco della vita insieme agli altri personaggi. Le azioni di Livia hanno conseguenze perché ha dei desideri e li persegue, e facendolo si inserisce a pieno titolo nei meccanismi di causa-effetto della vicenda narrata: influenza il corso degli eventi e in particolare la vita della protagonista, i suoi incontri, le sue idee, il suo modo di vedere il passato e di giudicare il presente. Ma non nel senso pietistico del “non devo lamentarmi perché c’è di peggio”, ma per il semplice fatto che ogni relazione umana innesca fatti ed emozioni che finiscono per far parte di noi e definirci.

Vai alla pagina Da leggere, perché…

Giornata Mondiale della Malattia d’Alzheimer – 21 SETTEMBRE 2020

Quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer, Argilla vi propone un utile strumento per migliorare la cura delle persone con tale malattia.

“QUESTO SONO IO”

Scarica lo strumento e diffondilo!

Atti del convegno Disabilità e sessualità: oltre silenzi e pregiudizi

Il 22 giugno 2019 si svolgeva presso l’azienda speciale “Cremona Solidale” il Convegno “Disabilità e sessualità: oltre silenzi e pregiudizi”, organizzato da Associazione Argilla e Arcigay La Rocca Cremona.

Quante volte, infatti, capita di pensare che le persone con disabilità non siano interessate all’intimità o non abbiano una vita sessuale? Eppure non è così e il convegno di un anno fa voleva proprio fare chiarezza e superare questi pregiudizi, attraverso informazioni e riflessioni.

Nel pubblico erano presenti 100 persone, ma ora i contenuti di quella interessante mattinata sono disponibili per tutti!

COME AVERE UNA COPIA E-BOOK (O PDF) DEGLI ATTI?

  • Inviaci un piccolo contributo (a partire da € 5) cliccando sul tastone DONA qui sotto;
  • Scrivici all’indirizzo associazioneargilla@gmail.com e richiedi la tua copia;
  • Nella mail specifica se preferisci il formato ePub o Pdf.

Ora tocca a te andare oltre silenzi e pregiudizi 😉

Chiedo scusa – Da leggere, perché…

CHIEDO SCUSA

Francesco Abate, Saverio Mastrofranco

2010, Einaudi

A cura di Ida T.

Ero molto giovane quando nel nostro paese si cominciò a discutere la legge del silenzio-assenso e oggi che mi avvicino al mezzo secolo, apprendo che ci vorrà ancora un anno perché diventi attuativa.

Chi per sopravvivere deve confidare nella morte di un suo simile e che in maniera espressamente volontaria (oggi si può chiedere di allegare la dichiarazione alla carta d’identità) acconsenta all’espianto degli organi, probabilmente si sente come la mano che compie il fatto.
Valter ingaggia una lotta con la sua stessa vita, per anni nega, trascura, se riesce punisce,  fino al momento dell’abbandono che è un abbassare le difese per accogliere anziché allontanare.

Abate e Mastrofranco (Valerio Mastandrea) ci vogliono magari far riflettere su chi soffre in attesa di un trapianto e su come alleggerirli almeno da quest’angoscia? Oppure vogliono farci trovare il coraggio di dire “Donare, perché no?”

Da leggere, perché …. la giornata nazionale donazione organi, quest’anno il 19 Aprile, lo sottolinea: 1000 trapianti eseguiti sono ancora pochi.

Vai alla pagina Da leggere, perché…

Book “LIKE KNOTS ON A ROPE”

Make a donation and download the book

Marta Lucchi, text and Margherita Allegri, illustrations

LIKE KNOTS ON A ROPE – A book to keep us tied to our humanity in the times of Coronavirus

2020, Associazione Argilla

Is it possible that something good can come up out of an uncomfortable condition such as forced isolation? Sometimes it is, and our book aims to prove this.

The idea came to us on a day of domestic imprisonment due to the Coronavirus emergency in Italy.

A family gathers again and thinks “…and now, what shall we come up with?”.

In Cremona, a city that (along with other others in Lombardy and China) has become a symbol of the Coronavirus pandemic, a mother struggles creatively with the difficult situation of quarantine, with her children’s lively collaboration.

They’ve created a story together, hoping that families in many countries around the world, can find support and cure in reading it.

The book, a project entirely produced in Cremona, aims to be a delicate tool to rediscover the precious bond that connects us in this dramatic historical moment.

Make a donation and download the book

Emergenza favole – prenota la tua favola

Sostieni il progetto

Associazione Argilla per rispondere in modo creativo alle difficoltà che questo periodo ci mette davanti, in collaborazione con la libreria Timpetill e Marta Lucchi (educatrice), propone un nuovo servizio gratuito.

#Emergenza Favole

#FavoleADomicilio

Un servizio di video-lettura di favole per bambini

Vuoi partecipare a una video lettura gratuita, tutta per te e per il tuo bambino o bambina?

Semplicissimo!

  • Manda un messaggio WhatsApp al numero 349 2205092 e chiedi di prenotare la tua lettura o video-lettura
  • Scegli la tua fascia oraria: ore 10-12 oppure 15-19
  • Scegli il tuo giorno preferito: dal Lunedì al Venerdì
Riceverai le indicazioni per prenotare la lettura (via telefono) o video-lettura (tramite Zoom Meeting).

AIUTACI

Condividi la nostra iniziativa con le persone che pensi potrebbero averne bisogno!
Sostieni il progetto

“Come i nodi di una corda” – un libro per aiutarci a rimanere legati

Marta Lucchi, testo e Margherita Allegri, illustrazioni

COME I NODI DI UNA CORDA – Un libro per tenerci legati alla nostra umanità ai tempi del coronavirus

2020, Associazione Argilla

“Può nascere qualcosa di buono da un condizione di disagio come l’isolamento forzato?”

Da questa semplice domanda la cremonese Marta Lucchi ha dato vita al progetto nel quale abbiamo subito creduto e che ci siamo impegnati a rendere concretamente possibile: scrivere un libro illustrato per affrontare questo momento complicato.

È difficile far accettare ai più piccoli – e anche a noi adulti! – che la libertà in questo momento è limitata.

Tra il bisogno di muoversi e la tentazione di abbandonarsi completamente alla pigrizia non è facile giostrarsi, soprattutto se ci sono bimbi e bimbe in casa che reclamano le loro abitudini e le loro relazioni quotidiane messe improvvisamente in standby. Ma è proprio nelle situazioni di crisi che ci si ferma a riflettere e si fanno i cambiamenti più significativi.

Sì, perché Marta Lucchi non si è limitata a trovare i modi per contrastare noia e stress da quarantena; è andata oltre e ha cercato di mostrare la via per trarre qualcosa di positivo da questa situazione: riscoprire il valore dello stare insieme, sentirsi parte di una comunità. Qualcosa che – lo scopriamo in questi giorni – può andare ben oltre la vicinanza fisica: un “dolcissimo legame che può renderci più forti nell’attesa di ritrovarci di nuovo insieme”.

In realtà, il progetto è in se stesso un modo per sfuggire alla ripetitività delle giornate e allo stesso tempo rinforzare le nostre relazioni: quale miglior modo di evadere se non riunirsi al tavolo della cucina e scrivere una storia che ci mette in contatto con gli altri, aiutandoli e dando loro dei consigli?

E così, carta e penna alla mano, Marta e i suoi figli hanno scritto questo libriccino: un manuale dedicato a grandi e piccoli per superare le tensioni e i conflitti che una convivenza forzata inevitabilmente comportano e per dare un senso nuovo allo stare insieme, riscoprendo il valore di quanto abbiamo spesso dato per scontato.

Una volta conclusa la stesura del testo è entrata in gioco l’illustratrice Margherita Allegri, docente del Centro Fumetto Andrea Pazienza di Cremona, che ha arricchito le parole con i suoi bellissimi disegni. Ritroviamo qui il suo stile inconfondibile: l’effetto dell’inchiostro nero abbinato a un singolo colore (in questo caso l’arancione) accompagna le tavole dalla prima all’ultima pagina.

Infine, con l’obbiettivo di essere il più possibile inclusivi, abbiamo voluto utilizzare per il testo dell’eBook il font biancoenero® ad alta leggibilità per persone con dislessia.

Ora tocca a voi!

Con una donazione libera potrete scaricare la vostra copia di “Come i nodi di una corda”.

Aiutateci a spargere la voce e…

Buona lettura!

(Ilaria Giani)

A Disabilandia si tromba – Da leggere, perché…

A DISABILANDIA SI TROMBA

Marina Cuollo

2017, Sperling & Kupfer

A cura di Ida T.

A Disabilandia si tromba! E non solo aggiungerei io.

Ce lo conferma Marina Cuollo che tenendo fede al detto ‘Ne uccide più la penna che la spada’ non risparmia proprio nessuno.
Ristabilendo una sorta di equilibrio tra normodotati e disabili, scocca irriverenti e dissacranti frecciate su atteggiamenti, stereotipi, goffaggini e dis – avventure senza distinzione.

Questa scugnizza in sedia a rotelle mi costringe a fare i conti con un mio personale disagio sul relazionarmi con chi in teoria è sfornito di ciò di cui io sarei dotata. Mi costringe ad ammettere un atto di presunzione nel sentirmi più fortunata con relativo senso di colpa.

Più leggo e più mi ridimensiono creando le giuste proporzioni tra ciò che ho conquistato grazie alla mia totale funzionalità fisica e ciò che invece è stato il frutto di volontà, impegno, coraggio, perseveranza, a volte sacrificio. Ho scoperto che sono ‘diversamente capace’ di fondare la mia vita su queste abilità.

Questi tasti nascosti sono stati raggiunti da un linguaggio ironico quanto sarcastico, per certi aspetti addirittura comico.

Da leggere, perché… è divertente quindi?!?! Sì, assolutamente, ma anche perché arriva alla coscienza di ognuno facendone un po’ delle caricature.
Da leggere, perché… in una società eccessivamente redarguita dal politically correct si finisce col credere che basti coniare termini non offensivi con cui ‘catalogarli’. Il coraggio e la sfrontatezza dell’autrice dimostrano che non è così. Chi si sarebbe mai permesso di usare certi toni nel timore di sembrare ‘razzista’?

Vai alla pagina Da leggere, perché…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: